Padella la pentola in assoluto più utilizzata

Esistono innumerevoli tipologie di batterie di pentole oggi sul mercato. La maggior parte, dobbiamo ammetterlo, sono assolutamente necessarie: tutti dovrebbero quindi possederle per riuscire a dare vita senza alcuna difficoltà alle più svariate ricette della nostra tradizione italiana, ma anche della tradizione culinaria di ogni altro paese del mondo. C’è una pentola che può però in assoluto essere considerata la più utilizzata e probabilmente anche la più amata. Stiamo parlando della padella.

Con la padella è possibile realizzare molte ricette e sfruttare diverse tipologie di cottura, ma se pensate che la scelta della giusta padella sia semplice, vi sbagliate. In commercio sono infatti disponibili molti modelli di padelle che differiscono per il materiale e l’antiaderenza, per la tipologia di bordo, per lo spessore e la circonferenza.

Materiali per le padelle

Partiamo dal materiale utilizzato per la realizzazione delle padelle. Il più diffuso è sicuramente l’alluminio che permette di ottenere un’ottima conduzione del calore e di garantire padelle di alta qualità senza che per questo costino un’esagerazione. Sono molto utilizzati anche l’acciaio e il ferro. Le padelle realizzate in questi materiali possono essere in possesso di un rivestimento antiaderente. Il teflon è sconsigliato perché con il passare del tempo può sfaldarsi e andare a finire nel cibo e potrebbe essere quindi pericoloso per la salute. Meglio optare per il rivestimento in ceramica. Un altro materiale oggi molto diffuso per la realizzazione delle padelle è la pietra: le padelle di questa tipologia infatti risultano antiaderenti in modo davvero impeccabile e molto resistenti oltre a riuscire a condurre il calore al meglio.

Per quanto riguarda invece la tipologia di bordo, è molto importante ricordare che le padelle con bordo molto basso sono la scelta ideale nel caso in cui il cibo debba scivolare al meglio al suo interno, come accade ad esempio per la preparazione delle frittate. Le padelle invece che sono in possesso di un bordo alto e svasato sono perfette per proteggere dagli schizzi e per permettere ai cibi di venire coperti dall’olio o da altri condimenti con cui li sta cucinando: la scelta ideale quindi soprattutto per le fritture.

Le padelle sono inoltre disponibili con spessori molto importanti: queste sono le versioni perfette per le ricette che necessitano di cotture piuttosto lente perché evitano che il cibo raggiunga alte temperature in poco tempo e che si bruci. Le padelle invece che piu sottili sono la scelta ideale nel caso di cotture veloci, dove la temperatura deve salire in fretta.

Sceglierete ovviamente le dimensioni della padella in base alla quantità di cibo che dovete realizzare. In casa di solito però non si cucina per molte persone, tranne che in rare occasioni. Meglio avere allora una padella molto grande da sfruttare proprio in queste occasioni e altre padelle invece più piccole da utilizzare quotidianamente: sono infatti più pratiche da maneggiare e molto più leggere, senza dimenticare che le padelle più grandi potrebbero non entrare molto bene nelle lavatrici ad uso domestico.

Dobbiamo ricordare che oltre alle padelle di stampo classico, è possibile anche acquistare padelle speciali come, ad esempio, la wok di origine orientale che è perfetta per le fritture, come la padella per mantecare, realizzata in alluminio e con bordi svasati, ideale non solo per il riso ma anche per la pasta o come, infine la padella per saltare con pareti piuttosto ricurve.